Accordi di rete

Accordo di rete 2018

 

ACCORDO DI RETE DI SCOPO

“Rete delle Scuole CPL (Centro Promozione Legalità) della provincia di Mantova e dei Soggetti territoriali in partnership per la realizzazione di percorsi di cittadinanza attiva” volti a:

  • prevenire e contrastare i fenomeni di corruzione
  • promuovere esperienze di Alternanza Scuola-Lavoro in ambito civico, giuridico e giudiziario
  • organizzare eventi pubblici di denuncia dei fenomeni di criminalità organizzata

 

 

PREMESSA

Visti

  • la legge 13 luglio 2015, n 107, con particolare riferimento all'art. 1, comma 66 e seguenti, che fissano finalità, contenuti e modalità degli accordi di Rete;
  • le indicazioni per la formazione delle reti,  allegate alla Nota MIUR 2151 del 7 giugno 2016, in cui si definiscono fisionomia e rapporti tra reti di ambito territoriale e reti di scopo come strumento per la valorizzazione dell’autonomia delle istituzioni scolastiche attraverso forme di collaborazione e utilizzo di risorse comuni;
  • l'art. 7 del D.P.R.  8 marzo 1999, n. 275 prevede la facoltà per le istituzioni scolastiche di promuovere accordi di rete per il raggiungimento delle proprie finalità istituzionali;
  • l'art. 15 della legge 7 agosto 1990, n. 241 in base al quale le amministrazioni pubbliche possono concludere tra loro accordi per disciplinare lo svolgimento in collaborazione  di attività di interesse comune.

Visto

  • il Bando di Concorso emesso dall’Ufficio Scolastico regionale della Lombardia con l'intento di creare Centri di Promozione della Legalità, in attuazione della Convenzione sottoscritta il 3 dicembre 2014 (Protocollo d’Intesa prot. MIUR A00 DRLO R.U. 20303) da Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, DG Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione

Considerato

  • il Progetto presentato per partecipare al bando in oggetto dall’Istituto “Manzoni” di Suzzara  a   nome della rete SPS (Scuole che Promuovono Salute) di cui l’Istituto è capofila a livello  provinciale;

Visto

  • l’esito positivo della partecipazione al bando e il conseguente decreto del Direttore Generale MIUR. AOODRLO.RU.243 del 19/02/2015che istituisce i Centri di Promozione della Legalità delle diverse province lombarde, riconoscendo all’Istituto “Manzoni” di Suzzara il ruolo di scuola capofila del Centro di Promozione Legalità per la provincia di Mantova;

Considerato

  • l’articolo 2 del sopracitato decreto istitutivo che recita “I Centri di Promozione della Legalità (C.P.L.) svilupperanno le seguenti azioni: A. realizzare i progetti relativi al suddetto Concorso regionale, nel rispetto delle modalità definite dal Bando e del finanziamento di cui sono destinatari; B. promuovere, per le aree territoriali di competenza, iniziative e progetti in ordine all' Educazione alla legalità; C. valorizzare le azioni di Educazione alla legalità della rete di riferimento; D. consolidare il confronto con la rete regionale dei Centri di promozione della legalità; E. gestire il programma di diffusione e comunicazione dei progetti realizzati dalle scuole;

Visto

  • l’ Accordo quadro per la realizzazione delle attività relative al Progetto “gli strumenti della legalità dei Centri di Promozione della Legalità (CPL)” previsto dalla convenzione tra Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia – regione Lombardia per il biennio 2016-2017, con il quale vengono riconfermati e rifinanziati i CPL istituiti nel febbraio 2015;

A partire

  • dalla progettazione messa a punto e realizzata dal “nucleo operativo” del CPL della provincia di Mantova per il biennio 2016-2017 con il sostegno delle Scuole aderenti alla rete provinciale SPS (Scuole che Promuovono Salute)

Ritenuto

  • che i percorsi di educazione alla legalità, di prevenzione della corruzione e di denuncia dei fenomeni di criminalità organizzata siano espressione di interesse condiviso sul territorio e siano volti alla realizzazione del bene comune

 

I dirigenti scolastici delle Scuole e i rappresentanti degli Enti, delle Associazioni e degli Ordini indicati all’articolo 2 del presente accordo di rete sottoscrivono e disciplinano quanto indicato nel presente testo:

 

ART. 1

PREMESSA

La premessa è parte integrante del presente accordo di rete.

 

ART. 2

COSTITUZIONE

È costituito l'accordo di rete tra le Scuole, gli Enti e le Associazioni e gli Ordini sotto riportati denominato "Rete delle Scuole CPL (Centro Promozione Legalità) della provincia di Mantova e dei Soggetti territoriali in partnership per la realizzazione di percorsi di cittadinanza attiva”

 

DENOMINAZIONE

SEDE

RAPPRESENTANTE

IS “Manzoni” di Suzzara (capofila)

 

Via Mantova 13, 46029 Suzzara (MN)

DS Paola Bruschi

IC Suzzara 1 “M.Hack”

Viale Zonta 8, 46029 Suzzara (MN)

DS Paola Bruschi

IS “Strozzi”

Strada Begozzo, 9, 46023 Gonzaga (MN)

DS Massimo Pantiglioni

IS “Galilei”

Via Verona 35, 46035 Ostiglia (MN)

DS Piero Buzzelli

IS “Bonomi Mazzolari”

Via Amadei, 46100 Mantova

DS Roberto Capuzzo

Liceo Artistico “G. Romano”

Via Trieste, 48 - 46100 Mantova

DS Alida Irene Ferrari

CFP For.Ma

Via Mantegna 48, 46043 Castiglione delle Stiviere (MN)

Direttore Andrea Scappi

CPIA

Via Veneto, 29/A 46100 Mantova 

DS Alida Irene Ferrari

Comune di Suzzara

Piazza Castello, 1, 46029 Suzzara (MN)

Sindaco Ivan Ongari

Comune di Mantova

Via Roma 39, 46100 Mantova

Sindaco Mattia Palazzi

Comune di Gazoldo degli Ippoliti

Via Guglielmo Marconi 126, 46040 Gazoldo degli Ippoliti (MN)

Sindaco Nicola Leoni

Provincia di Mantova

Palazzo di Bagno, via Principe Amedeo 32, 46100 Mantova

Presidente Beniamino Morselli

Ordine degli Avvocati

Palazzo di Giustizia, Via Carlo Poma 11, 46100 Mantova

Avv. Paolo Trombini

Camera Penale

Via Principe Amedeo 33, 46100 Mantova

Avv. Viviana Torreggiani

UEPE

Via Pomponazzo 27, 46100 Mantova

Dr.ssa Diva Polidori

Camera di Commercio

Via Calvi 28, 46100 Mantova

Presidente Carlo Zanetti

Associazione “Libera” , coordinamento territoriale di Mantova

Via Tezze 6/A, 46100 Mantova

Referente provinciale Maria Regina Brun

Associazione “Avviso Pubblico”, coordinamento territoriale di Mantova

Piazza Matteotti 50, 10095 Grugliasco (TO)

Presidente Alberto Montà

Associazione “I ContaGIOsi”

Via Bandiera 4, 46029 Suzzara (MN)

Presidente Stefano Amista

Associazione “Libra” Onlus

Via Pertini 6, 46100 Mantova

Presidente Angelo Puccia

CSVM (Centro Servizi Volontariato Mantova)

Str. Montata, 2, 46100 Mantova 

Direttore Paola Rossi

 

ART. 3

FINALITA’ GENERALI

Sono obiettivi del presente accordo di rete:

  1. Costruire e raccordare azioni di rete fra i diversi soggetti contraenti con lo scopo di diffondere la cultura della legalità democratica e della convivenza civile a livello locale e globale, della Responsabilità Sociale d’Impresa e della Finanza Etica, del Consumo critico e responsabile a partire dalle Scuole, attraverso percorsi strutturati di Alternanza Scuola-Lavoro, con il coinvolgimento anche delle associazioni di categoria presenti sul territorio;
  2. Sviluppare azioni progettuali sui temi della corruzione e delle buone prassi che ogni cittadino, giovane e adulto, può mettere in campo contro la corruzione;
  3. Sviluppare azioni progettuali sui temi della corruzione e dell’infiltrazione delle mafie al Nord;
  4. Sviluppare azioni progettuali sui temi della penetrazione delle mafie nei territori del Nord Italia e all’estero e nel contempo stimolare nei giovani la capacità di cogliere la matrice culturale della mentalità di stampo mafioso come agente inquinante in primo luogo delle relazioni, cui i fenomeni del bullismo, del cyberbullismo e delle diverse forme di discriminazione non sono estranei;
  5. Fornire agli studenti e ai cittadini chiavi di lettura per osservare il proprio territorio individuandone i fattori di rischio per la diffusione della criminalità organizzata e dei legami tra criminalità organizzata e società civile;
  6. Promuovere la realizzazione di progetti di sensibilizzazione e formazione per i genitori degli studenti e per gli operatori delle    Istituzioni, degli Enti e dei Servizi che fanno parte della rete, su specifiche aree tematiche (giuridica, sociale, psicologica);
  7. Promuovere una visione dello sviluppo economico fondata sulla responsabilità sociale, sulla sostenibilità (attenzione all’impatto ambientale, alla sicurezza sui luoghi di lavoro, al rispetto dei diritti dei lavoratori e  alla tutela dei consumatori) e sulla leale concorrenza tra le imprese anche attraverso percorsi strutturati di Alternanza Scuola-Lavoro
  8. Beneficiare, nelle rispettive attribuzioni e competenze, degli apporti messi in rete da ciascuno  dei  soggetti sottoscrittori;
  9. Promuovere la partecipazione sinergica a percorsi progettuali promossi in ambito regionale, nazionale, comunitario, per la progressiva qualificazione degli interventi svolti dai componenti della rete.

 

ART. 4

GOVERNANCE e ORGANI DELLA RETE

La rete è guidata dal DS della scuola capofila provinciale, l’Istituto “Manzoni” di Suzzara.

La gestione finanziario-contabile è in capo alla scuola capofila della rete.
Costituiscono organi della rete:

  1. l’ assemblea costituita dai Dirigenti delle scuole (o loro delegati) e da un rappresentante per ciascuna delle altre realtà aderenti;
  2.  il tavolo tecnico – scientifico.

L’assemblea, costituita dai Dirigenti delle scuole firmatarie (o loro delegati) e dai rappresentanti istituzionali delle altre realtà aderenti (o loro delegati), è presieduta dal dirigente della scuola capofila provinciale. L’assemblea ha potere di deliberare in merito a quanto indicato all’art. 3.

L’assemblea si riunisce su istanza della scuola capofila almeno due volte l’anno e comunque ogniqualvolta si renda necessario assumere una decisione condivisa in relazione a progetti e proposte particolari che coinvolgano tutti i soggetti firmatari , inclusa la partecipazione a bandi di concorso.
L’assemblea ha titolo per individuare, su proposta dei suoi componenti, un docente referente del CPL che coordini le attività delle Scuole aderenti e si interfacci con i referenti regionali che operano presso l’USR.

Il tavolo tecnico- scientifico può variare la sua composizione a seconda delle attività progettuali e delle iniziative deliberate dall’assemblea. Ne costituiscono membri permanenti il dirigente della scuola capofila, il docente referente del CPL e il referente CPL dell’UST, cui si aggiungono di volta in volta i rappresentanti dei soggetti, istituzionali e non, aderenti alla rete e coinvolti nella realizzazione delle attività progettuali deliberate dall’assemblea. Sarà cura di ciascun Soggetto membro delle rete individuare, sulla base delle competenze specifiche, il proprio rappresentante al tavolo tecnico-Scientifico. Il tavolo si configura come gruppo di progetto e ha il compito di organizzare concretamente le iniziative di cui all’ art.3 del presente accordo.

 

ART. 5

INDIVIDUAZIONE e POTERI di INIZIATIVA della SCUOLA CAPOFILA

Spetta al dirigente della scuola capofila:

  1. convocare l’assemblea dei referenti della rete per la verifica dell'andamento delle attività oggetto dell'accordo;
  2. firmare gli atti amministrativi per le attività della rete;
  3. stipulare, per la parte di interesse comune, convenzioni e accordi per le finalità della rete;
  4. svolgere tutte le altre attività connesse con gli obiettivi dell'accordo di rete e deliberate dall’assemblea;
  5. definire con gli altri membri del tavolo tecnico-scientifico le linee di attuazione delle singole iniziative;
  6. registrare il presente accordo per mezzo del DSGA della scuola capofila come ufficiale rogante.

 

ART. 6

IMPEGNI DEI SOGGETTI ADERENTI ALL'ACCORDO

Le istituzioni scolastiche e tutti gli altri soggetti aderenti alla rete si impegnano a:

  1. partecipare alle riunioni dell’assemblea;
  2. individuare un proprio referente che partecipi ai lavori del tavolo Tecnico-Scientifico;
  3. rendersi disponibile, quando lo ritiene opportuno, per la realizzazione degli obiettivi condivisi;
  4. valutare e proporre il confronto su iniziative e interventi da effettuarsi o effettuati;
  5. prendere atto di nuove risorse o nuovi interlocutori sul territorio;
  6. segnalare notizie su bandi ed altre possibilità e modalità di reperimento fondi;

 

ART. 7

DURATA DELL'ACCORDO

La durata dell'accordo è di 3 anni scolastici a partire dal 2017-18, ovvero dal giorno della stipula fino al 31 agosto 2020, dopo di che dovrà essere rinnovato formalmente da tutti i soggetti interessati, inclusi quelli che nel frattempo sono entrati a far parte della rete.

 

ART. 8

ULTERIORI ADESIONI AL PRESENTE ACCORDO

Rispetto all’impegno di apertura a tutte le Scuole e a tutti i Soggetti territoriali interessati , com’è nella natura stessa del Centro Promozione Legalità, possono aderire al presente accordo altri soggetti ad esclusione delle persone fisiche.
La domanda di adesione si presenta in carta libera al dirigente dell’ Istituto capofila e presidente della Assemblea su modello fornito dall’Istituto capofila, in cui si formalizza la domanda di adesione e la dichiarazione di accettazione incondizionata del presente accordo.
Le nuove adesioni all’accordo sono approvate a maggioranza dei voti espressi in forma segreta o palese dall’Assemblea.

 

ART. 9

DOCUMENTAZIONE AGLI ATTI

Le delibere dei CD e dei CdI delle scuole firmatarie, nonché quelle degli organismi di Giunta degli altri Soggetti sottoscrittori, laddove presenti, verranno depositate presso l’Istituto capofila entro il 15 giugno 2018 o comunque non appena acquisite.

 

ART. 10

SOTTOSCRIZIONE ADESIONE

 

L'anno 2018, il giorno 24-08-2018, presso la sede dell' Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “A. MANZONI” sito in Suzzara (MN) in Via Mantova 13,  davanti al sig. CASAREGGIO NAZZARENO, nato a Luzzara (RE) il 23-03-1953, con la qualifica di DSGA della scuola Capofila, nella veste di Ufficiale Rogante appositamente nominato, viene stipulato e sottoscritto il presente accordo di rete denominato "Rete delle Scuole CPL (Centro Promozione Legalità) della provincia di Mantova e dei Soggetti territoriali in partnership per la realizzazione di percorsi di cittadinanza attiva”, con forza di titolo autentico per ogni effetto di legge tra le seguenti Istituzioni Scolastiche pubbliche statali e i Soggetti territoriali di seguito elencati:

 

I COMPONENTI

DENOMINAZIONE

RAPPRESENTANTE

IS “Manzoni” di Suzzara (capofila)

DS Paola Bruschi

IC Suzzara 1 “M.Hack”

DS Paola Bruschi

IS “Strozzi”

DS Massimo Pantiglioni

IS “Galilei”

DS Piero Buzzelli

IS “Bonomi Mazzolari”

DS Roberto Capuzzo

 

CFP For.Ma

 

Direttore Andrea Scappi

CPIA

DS Alida Irene Ferrari

Liceo Artistico “ G.Romano”

DS Alida Irene Ferrari

Comune di Suzzara

Sindaco Ivan Ongari

Comune di Mantova

Sindaco Mattia Palazzi

Comune di Gazoldo degli Ippoliti

Sindaco Nicola Leoni

Ordine degli Avvocati

Avv. Paolo Trombini

Camera Penale

Avv. Viviana Torreggiani

UEPE

Dr.ssa Diva Polidori

Camera di Commercio

Presidente Carlo Zanetti

Associazione “Libera” , coordinamento territoriale di Mantova

Referente provinciale Maria Regina Brun

Associazione “Avviso Pubblico”, coordinamento territoriale di Mantova

Presidente Roberto Montà

Associazione I ContaGIOsi

Presidente Stefano Amista

Associazione “Libra” Onlus

Presidente Angelo Puccia

CSVM (Centro Servizi Volontariato Mantova)

Direttore Paola Rossi

Il Dirigente Scolastico della Scuola capofila CPL PAOLA BRUSCHI

L’Ufficiale rogante, DSGA della Scuola capofila CPL  NAZZARENO CASAREGGIO

 

 

 

Accordo di rete 2020

 

ACCORDO DI RETE DI SCOPO

 

“Rete delle Scuole CPL (Centro Promozione Legalità) della provincia di Mantova e dei Soggetti territoriali in partnership per la realizzazione di percorsi di cittadinanza attiva” volti a:

  • prevenire e contrastare i fenomeni di corruzione
  • promuovere Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (PCTO) / esperienze di Alternanza Scuola-Lavoro in ambito civico, giuridico e giudiziario
  • organizzare eventi pubblici di denuncia dei fenomeni di criminalità organizzata
  • contribuire, attraverso l’Educazione alla Legalità, allo sviluppo dei curricola di Educazione Civica

 

PREMESSA

Visti

  • la legge 13 luglio 2015, n. 107, con particolare riferimento all'art. 1, comma  66  e seguenti, che fissano finalità, contenuti e modalità degli accordi di Rete;
  • le indicazioni per la formazione delle reti,  allegate alla Nota MIUR 2151 del 7 giugno 2016, in cui si definiscono fisionomia e rapporti tra reti di ambito territoriale e reti di scopo come strumento per la valorizzazione dell’autonomia delle istituzioni scolastiche attraverso forme di collaborazione e utilizzo di risorse comuni;
  • l'art. 7 del D.P.R.  8 marzo 1999, n. 275 prevede la facoltà per le istituzioni scolastiche di promuovere accordi di rete per il raggiungimento delle proprie finalità istituzionali;
  • l'art. 15 della legge 7 agosto 1990, n. 241 in base al quale le amministrazioni pubbliche possono concludere tra loro accordi per disciplinare lo svolgimento in collaborazione di attività di interesse comune.

Visto

  • il Bando di Concorso emesso dall’Ufficio Scolastico regionale della Lombardia con l'intento di creare Centri di Promozione della Legalità, in attuazione della Convenzione sottoscritta il 3 dicembre 2014 (Protocollo d’Intesa prot. MIUR A00 DRLO R.U. 20303) da Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, DG Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione

Considerato

  • l’esito positivo della partecipazione dell’ Istituto Manzoni di Suzzara – supportato dalla rete provinciale SPS (Scuole che Promuovono Salute) - al bando in oggetto e il conseguente decreto del Direttore Generale MIUR. AOODRLO.RU.243 del 19/02/2015che istituisce i Centri di Promozione della Legalità delle diverse province lombarde, riconoscendo all’Istituto “Manzoni” di Suzzara il ruolo di scuola capofila del Centro di Promozione Legalità per la provincia di Mantova;

Considerato

  • l’articolo 2 del sopracitato decreto istitutivo che recita “I Centri di Promozione della Legalità (C.P.L.) svilupperanno le seguenti azioni: A. realizzare i progetti relativi al suddetto Concorso regionale, nel rispetto delle modalità definite dal Bando e del finanziamento di cui sono destinatari; B. promuovere, per le aree territoriali di competenza, iniziative e progetti in ordine all' Educazione alla legalità; C. valorizzare le azioni di Educazione alla legalità della rete di riferimento; D. consolidare il confronto con la rete regionale dei Centri di promozione della legalità; E. gestire il programma di diffusione e comunicazione dei progetti realizzati dalle scuole;

Visto

  • l’Accordo quadro per la realizzazione delle attività relative al Progetto “gli strumenti della legalità dei Centri di Promozione della Legalità (CPL)” previsto dalla convenzione tra Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia – regione Lombardia per il biennio 2016-2017, con il quale vengono riconfermati e rifinanziati i CPL istituiti nel febbraio 2015;

Visto

  • il successivo Accordo quadro per la realizzazione delle attività relative al Progetto “gli strumenti della legalità dei Centri di Promozione della Legalità (CPL)” previsto dalla convenzione tra Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia – regione Lombardia per il biennio 2018-2019, con il quale vengono riconfermati e rifinanziati i CPL istituiti nel febbraio 2015;

Visto

  • il nuovo Accordo quadro per la realizzazione delle attività relative al Progetto “gli strumenti della legalità dei Centri di Promozione della Legalità (CPL)” previsto dalla convenzione tra Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia – regione Lombardia per il triennio 2020-2022, con il quale vengono riconfermati e rifinanziati i CPL istituiti nel febbraio 2015;

Ritenuto

  • che i percorsi di educazione alla legalità, di prevenzione della corruzione e di denuncia dei fenomeni di criminalità organizzata siano espressione di interesse condiviso sul territorio e siano volti alla realizzazione del bene comune

 

I dirigenti scolastici delle Scuole e i rappresentanti degli Enti, delle Associazioni e degli Ordini indicati all’articolo 2 del presente accordo di rete sottoscrivono e disciplinano quanto indicato nel presente testo

 

ART. 1

PREMESSA

La premessa è parte integrante del presente accordo di rete.

 

ART. 2

RINNOVO O PRIMA SOTTOSCRIZIONE DELL’ACCORDO DI RETE

È rinnovato – per i precedenti partner che vogliano confermare l’adesione – o costituito – per i nuovi partner - l'accordo di rete tra le Scuole, gli Enti e le Associazioni e gli Ordini sotto riportati denominato "Rete delle Scuole CPL (Centro Promozione Legalità) della provincia di Mantova e dei Soggetti territoriali in partnership per la realizzazione di percorsi di cittadinanza attiva”

 

DENOMINAZIONE

SEDE

RAPPRESENTANTE

 

IS “Manzoni” di Suzzara (capofila)

Via Mantova 13, 46029 Suzzara (MN)

DS Paola Bruschi

IS “Strozzi” di Gonzaga

Strada Begozzo 9, 46023 Gonzaga (MN)

DS Elisa Moscatelli

IS “D’Arco-D’Este” di Mantova

Via Torquato Tasso 1, 46100 Mantova

DS Giancarlo Gobbi Frattini

IS “Belfiore” di Mantova

Via Tione 2, 46100 Mantova

DS Cristina Patria

IS “Bonomi Mazzolari” di Mantova

Via Amadei 35, 46100 Mantova

DS Roberto Capuzzo

IS “Fermi” di Mantova

Strada Spolverina 5, 46100 Mantova

DS Marianna Pavesi

IS “Galilei” di Ostiglia

Via Verona 35, 46035 Ostiglia (MN)

DS Valentina D’Uva

IS “Giulio Romano” di Mantova

Via Trieste 48, 46100 Mantova

DS Alida Irene Ferrari

IS “Gonzaga” di Castiglione delle Stiviere

Via Fratelli Lodrini 32, 46043 Castiglione delle Stiviere (MN)

DS Leontina Veliana Di Claudio

IS “Greggiati” di Ostiglia

Via Roma 1, 46035 Ostiglia (MN)

DS Carla Barbi

IS “Mantegna” di Mantova

Via Guerrieri Gonzaga 8, 46100 Mantova

DS Alessandro Cau

IS “Virgilio” di Mantova

Via Ardigò 13, 46100 Mantova

DS Carmen Giovanna Barbieri

IS “Pitentino” di Mantova

Via Torquato Tasso 5, 46100 Mantova

DS Daniela Villa

IS “Sanfelice” di Viadana

Via Ettore Sanfelice 8, 46019 Viadana

DS Alessandro Cau

IC di Curtatone

Via Maggiolini 6, 46010 Curtatone (MN)

DS Lorenza Cerri

IC di Asola

Via Raffaello Sanzio 4, 46041 Asola (MN)

DS Luisa Bartoli

IC di Borgo Virgilio

Via Amendola 1, 46030 Borgo Virgilio (MN)

DS Lucia Barbieri

IC di Castellucchio

Via Roma 3/a, 46014 Castellucchio (MN)

DS Nicola Magnani

IC Ceresara

Via Roma 53, 46040 Casololdo-Ceresara-Gazoldo degli Ippoliti-Piubega (MN)

DS Anna Raccuia

IC del Po di Ostiglia

Via Bonazzi 9, 46035 Ostiglia (MN)

DS Carla Sgarbi

IC di Porto Mantovano

Via Monteverdi 145, 46047 Porto Mantovano (MN)

DS Monica Maccarrone

IC “Vanoni” di Viadana

Via Vanoni 86, 46019 Viadana (MN)

DS Simone Madonna

IC “Matilde di Canossa” di San Benedetto Po

Via Dugoni 26, 46027 San Benedetto Po (MN)

DS Donatella Gozzi

IC 1 di Castiglione delle Stiviere

Via Gridonia Gonzaga 8, 46043 Castiglione delle Stiviere

DS Angelo Gandini

IC 1 “Margherita Hack” di Suzzara

Viale Zonta 8, 46029 Suzzara (MN)

DS Patrizia Mantovani

Comune di Suzzara

Piazza Castello 1, 46029 Suzzara (MN)

Sindaco Ivan Ongari

Comune di Gazoldo degli Ippoliti

Via Guglielmo Marconi 126, 46040 Gazoldo degli Ippoliti (MN)

Sindaco Nicola Leoni

CPIA di Mantova

Via Veneto 29/A, 46100 Mantova

DS Massimo Pantiglioni

CFP FOR.MA

Via Mantegna 48, 46043 Castiglione delle Stiviere (MN)

Direttore Andrea Scappi

Associazione “I ContaGIOsi”

Via Bandiera 4, 46029 Suzzara (MN)

Presidente Stefano Amista

Associazione “Libra” Onlus

Via Pertini 6, 46100 Mantova

Presidente Angelo Puccia

Associazione “Avviso Pubblico” coordinamento territoriale di Mantova

Piazza Matteotti 50, 10095 Grugliasco (TO)

Presidente Roberto Montà

UEPE di Mantova

Via Pomponazzo 27, 46100 Mantova

Dr.ssa Diva Polidori

Comune di Mantova

Via Roma 39, 46100 Mantova

Sindaco Mattia Palazzi

Camera di Commercio di Mantova

Via Calvi 28, 46100 Mantova

Presidente Carlo Zanetti

 

ART. 3

FINALITÀ GENERALI

Sono obiettivi del presente accordo di rete:

  1. Costruire e raccordare azioni di rete fra i diversi soggetti contraenti con lo scopo di diffondere la cultura della legalità democratica e della convivenza civile a livello locale e globale, della Responsabilità Sociale d’Impresa e della Finanza Etica, del Consumo critico e responsabile a partire dalle Scuole, attraverso percorsi strutturati di PCTO/Alternanza Scuola-Lavoro, con il coinvolgimento anche delle associazioni di categoria presenti sul territorio;
  2. Sviluppare azioni progettuali sui temi della lotta alla corruzione, del contrasto alla criminalità organizzata e delle buone prassi che ogni cittadino, giovane e adulto, può mettere in campo;
  3. Sviluppare azioni progettuali specifiche, anche nel quadro dell’insegnamento della Educazione Civica, sui temi della penetrazione delle mafie nei territori del Nord Italia e all’estero e nel contempo stimolare nei giovani la capacità di cogliere la matrice culturale della mentalità di stampo mafioso come agente inquinante delle relazioni e della società civile e renderli così capaci di individuare i fattori di rischio per la diffusione della criminalità organizzata e dei legami tra criminalità organizzata e società civile;
  4. Promuovere la realizzazione di progetti di sensibilizzazione e formazione per i genitori degli studenti e per gli operatori delle Istituzioni, degli Enti e dei Servizi che fanno parte della rete sui temi dei beni confiscati alla criminalità organizzata con il coinvolgimento attivo degli studenti;
  5. Realizzare attività di condivisione tra studenti dello stesso ordine o di ordini e gradi diversi sui temi oggetto della Convenzione, che siano poi in grado di svolgere attività di formazione ai compagni;
  6. Promuovere la partecipazione sinergica sia a percorsi progettuali promossi per la progressiva qualificazione dei docenti formatori e degli interventi svolti dai componenti della rete sia ad iniziative volte a far conoscere, ove non si fosse già creata una tale situazione, la realtà progettuale dei CPL.

 

ART. 4

GOVERNANCE E ORGANI DELLA RETE

La rete è guidata dal DS della scuola capofila provinciale, l’Istituto “Manzoni” di Suzzara.

La gestione finanziario-contabile è in capo alla scuola capofila della rete.
Costituiscono organi della rete:

  1. l’ assemblea costituita dai Dirigenti delle scuole (o loro delegati) e da un rappresentante per ciascuna delle altre realtà aderenti;
  2. il tavolo tecnico – scientifico.

L’assemblea, costituita dai Dirigenti delle scuole firmatarie (o loro delegati) e dai rappresentanti istituzionali delle altre realtà aderenti (o loro delegati), è presieduta dal dirigente della scuola capofila provinciale. L’assemblea ha potere di deliberare in merito a quanto indicato all’art. 3.

L’assemblea si riunisce su istanza della scuola capofila almeno una volta l’anno, anche in modalità a distanza, e comunque ogniqualvolta si renda necessario assumere una decisione condivisa in relazione a progetti e proposte particolari che coinvolgano tutti i soggetti firmatari , inclusa la partecipazione a bandi.
L’assemblea ha titolo per individuare, su proposta dei suoi componenti, un docente referente del CPL che coordini le attività delle Scuole aderenti e si interfacci con i referenti regionali che operano presso l’USR.

Il tavolo tecnico- scientifico può variare la sua composizione a seconda delle attività progettuali e delle iniziative deliberate dall’assemblea. Ne costituiscono membri permanenti il dirigente della scuola capofila, il docente referente del CPL, altri 5 docenti del team di progetto, tra cui quelli individuati a livello provinciale come “formatori” CPL. Di volta in volta possono aggiungersi i rappresentanti dei soggetti, istituzionali e non, aderenti alla rete e coinvolti nella realizzazione delle diverse attività progettuali.

 

ART. 5

INDIVIDUAZIONE E POTERI DI INIZIATIVA DELLA SCUOLA CAPOFILA

Spetta al dirigente della scuola capofila:

  1. convocare l’assemblea dei referenti della rete per la verifica dell'andamento delle attività oggetto dell'accordo;
  2. firmare gli atti amministrativi per le attività della rete;
  3. stipulare, per la parte di interesse comune, convenzioni e accordi per le finalità della rete;
  4. svolgere tutte le altre attività connesse con gli obiettivi dell'accordo di rete;
  5. definire con gli altri membri del tavolo tecnico-scientifico le linee di attuazione delle singole iniziative;
  6. registrare il presente accordo per mezzo del DSGA della scuola capofila come ufficiale rogante.

 

ART. 6

IMPEGNI DEI SOGGETTI ADERENTI ALL'ACCORDO

Le istituzioni scolastiche e tutti gli altri soggetti aderenti alla rete si impegnano a:

  • partecipare alle riunioni dell’assemblea;
  • individuare un proprio referente che partecipi, su specifiche iniziative,  ai lavori del tavolo Tecnico-Scientifico;
  • rendersi disponibile, quando lo ritiene opportuno, per la realizzazione degli obiettivi condivisi;
  • valutare e proporre il confronto su iniziative e interventi da effettuarsi o effettuati;
  • prendere atto di nuove risorse o nuovi interlocutori sul territorio;
  • segnalare notizie su bandi aperti alla partecipazione dei CPL.

 

ART. 7

DURATA DELL'ACCORDO

La durata dell'accordo è di 3 anni scolastici a partire dal 2020-21, ovvero dal giorno della stipula fino al 31 agosto 2023, dopo di che dovrà essere rinnovato formalmente da tutti i soggetti interessati, inclusi quelli che nel frattempo sono entrati a far parte della rete.

 

ART.8

ULTERIORI ADESIONI AL PRESENTE ACCORDO

Rispetto all’impegno di apertura a tutte le Scuole e a tutti i Soggetti territoriali interessati , com’è nella natura stessa del Centro Promozione Legalità, possono aderire al presente accordo altri soggetti ad esclusione delle persone fisiche.
Eventuali ulteriori richieste di   adesione possono essere inoltrate anche dopo la sottoscrizione del presente accordo.
La domanda di adesione si presenta al Dirigente Scolastico dell’ Istituto capofila e presidente della Assemblea su modello fornito dall’Istituto capofila; con essa si formalizzano sia  la domanda di adesione che la dichiarazione di accettazione incondizionata del presente accordo.
 

ART.9

DOCUMENTAZIONE AGLI ATTI

Le delibere dei CD e dei CdI delle scuole firmatarie, nonché quelle degli organismi di Giunta degli altri Soggetti sottoscrittori, non appena acquisite verranno inviate all’Istituto capofila, che avrà cura di conservarle agli atti.

 

ART.10

CLAUSOLA TRANSITORIA

Visto il particolare momento in cui questo accordo viene sottoscritto, caratterizzato dall’emergenza sanitaria che prescrive in via prudenziale modalità di incontro e di lavoro on line, le firme degli aderenti verranno acquisite in formato digitale.

Una volta acquisite tutte le firme, la DSGA, in veste di ufficiale rogante, dichiarerà sottoscritto il presente accordo.

 

ART. 11

SOTTOSCRIZIONE ADESIONE

Acquisite tutte le firme digitali, in data  ……………………………….., presso la sede dell'Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “A. MANZONI” sito in Suzzara (MN) in Via Mantova 13,alla presenza della Dirigente Scolastica Paola Bruschi, la sig.ra FERRAMOLA DANIELA, nata a LUZZARA (MN) il 04-08-1969, con la qualifica di DSGA della scuola Capofila, nella veste di Ufficiale Rogante appositamente nominato, dichiara stipulato e sottoscritto il presente accordo di rete denominato "Rete delle Scuole CPL (Centro Promozione Legalità) della provincia di Mantova e dei Soggetti territoriali in partnership per la realizzazione di percorsi di cittadinanza attiva”, con forza di titolo autentico per ogni effetto di legge tra le seguenti Istituzioni Scolastiche pubbliche statali e i Soggetti territoriali di seguito elencati:

 

DENOMINAZIONE

LEGALE
 RAPPRESENTANTE

IS “Manzoni” di Suzzara (capofila)

 

DS Paola Bruschi

IS “Strozzi” di Gonzaga

DS Elisa Moscatelli

IS “D’Arco-D’Este” di Mantova

DS Giancarlo Gobbi Frattini

IS “Belfiore” di Mantova

DS Cristina Patria

IS “Bonomi Mazzolari” di Mantova

DS Roberto Capuzzo

IS “Fermi” di Mantova

DS Marianna Pavesi

IS “Galilei” di Ostiglia

DS Valentina D’Uva

IS “Giulio Romano” di Mantova

DS Alida Irene Ferrari

IS “Gonzaga” di Castiglione delle Stiviere

DS Leontina Veliana Di Claudio

IS “Greggiati” di Ostiglia

DS Carla Barbi

IS “Mantegna” di Mantova

DS Alessandro Cau

IS “Virgilio” di Mantova

DS Carmen Giovanna Barbieri

IS “Pitentino” di Mantova

DS Daniela Villa

IS “Sanfelice” di Viadana

DS Alessandro Cau

IC di Curtatone

DS Lorenza Cerri

IC di Asola

DS Luisa Bartoli

IC di Borgo Virgilio

DS Lucia Barbieri

IC di Castellucchio

DS Nicola Magnani

IC Ceresara

DS Anna Raccuia

IC del Po di Ostiglia

DS Carla Sgarbi

IC di Porto Mantovano

DS Monica Maccarrone

IC “Vanoni” di Viadana

DS Simone Madonna

IC “Matilde di Canossa” di San Benedetto Po

DS Donatella Gozzi

IC 1 di Castiglione delle Stiviere

DS Angelo Gandini

IC 1 “Margherita Hack” di Suzzara

DS Patrizia Mantovani

Comune di Suzzara

Sindaco Ivan Ongari

Comune di Gazoldo degli Ippoliti

Sindaco Nicola Leoni

CPIA di Mantova

DS Massimo Pantiglioni

CFP FOR.MA

Direttore Andrea Scappi

Associazione “I ContaGIOsi”

Presidente Stefano Amista

Associazione “Libra” Onlus

Presidente Angelo Puccia

Associazione “Avviso Pubblico” coordinamento territoriale di Mantova

Presidente Roberto Montà

UEPE di Mantova

Dr.ssa Diva Polidori

Comune di Mantova

Sindaco Mattia Palazzi

Camera di Commercio di Mantova

Presidente Carlo Zanetti

 

 

Il Dirigente Scolastico della Scuola capofila CPL  PAOLA BRUSCHI

L’Ufficiale rogante, DSGA della Scuola capofila CPL DANIELA FERRAMOLA